Quinta Tappa – Da Piegaro a Città della Pieve

IL PERCORSO
Punto di partenza: Piegaro centro
Punto di arrivo: Città della Pieve
Dislivello in salita: 615 mt
Lunghezza: 21 Km
Difficoltà: Media

Dal centro di Piegaro si sale per l’asfaltata in direzione di Montegabbione; poi si piega sulla destra per una sterrata che si inoltra nel bosco per lo più costituito da querce e da altre essenze forestali. Ci troviamo in una delle aree di interesse naturalistico individuate dalla Regione Umbria per conto della Commissione Europea. Si continua sempre nel bosco sino a raggiungere la strada che ci porta al bel borgo di Monteleone di Orvieto in Provincia di Terni. Dopo una bella passeggiata fra i vicoli del centro storica si continua scendendo per una discesa sterrata in direzione della Valdichiana; lungo la via si aprono panorami e scorci su di essa mentre si rimane come immersi in un contesto agricolo, ove qua e là sono stati recuperati bei casali utilizzati talvolta per ospitalità ricettiva o per abitazione. Giunti nel fondo valle si continua in direzione Nord verso Chiusi sino a prendere sulla destra una via denominata Strada del Cavacchione che sale in maniera continua e ripida sino a raggiungere in cima, il bivio che, prendendo la sinistra, ci riporta al centro storico di Città della Pieve.

PUNTI DI INTERESSE SUL TERRITORIO
Piegaro: lago di Pietrafitta, Pietrafitta, Catiglion Fosco, Gaiche, Oro, Museo Paleontologico, Greppolischieto, Montarale, Pratalenza, Museo del vetro, Città di Fallera, abbazia dei sette Frati, Cibottola, Collebaldo, Fontana, Ierna, Macereto.
Città della Pieve: affresco Adorazione dei Magi del Perugino, oratorio Santa Maria dei Bianchi, cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio ed i suoi dipinti, torre civica, teatro degli Avvaloranti, palazzo della Fargna, palazzo della Corgna, chiesa di Sant’Agostino, chiesa e monastero di Santa Lucia, chiesa di San Francesco, oratorio di San Bartolomeo, la Rocca, palazzo Vescovile, pozzo medievale, vicolo Baciadonne, chiesa di Madonna degli Angeli, Museo di scienze naturali, santuario della Madonna di Fatima, liceo scientifico, porta di S.Agostino, torre del Vescovo, oratorio di San
Bartolomeo, monastero e chiesa di Santa Lucia, chiesa di San Pietro.